Un approccio al mondo naturale e rurale in maniera divertente con molta attenzione al rigore scientifico, alle relazioni ed alla sostenibilità.

Utilizzeremo l'orienteering e il metodo della “Qualità biologica del suolo” per leggere il territorio e valutare la differente biodiversità presente a le Bine. Un approccio che unisce metodo scientifico, capacità d'osservazione e lettura di guide per il riconoscimento degli animali. Le giornate saranno scandite da momenti di studio, di gioco, da attività pratiche e attività in notturna (stelle, falò...).

Fra le possibili attività, che verranno definite e concordate con i docenti:

  • Escursioni in riserva (di giorno e di notte) con l'obiettivo di vedere dal vivo animali (p. es. ospitiamo una colonia di aironi) e saperne qualcosa sulle piante e gli animali de Le Bine; cerchiamo inoltre di far comprendere il lavoro che stiamo facendo a Le Bine per la tutela dell'area protetta;

  • Laboratorio sulle catene alimentari con uso di stereomicroscopi per conoscere gli animali del suolo;

  • Attività di orienteering

  • Smielatura e tutto quello che ruota attorno alle api ed al miele;

  • Giochi sul'aia,

  • Laboratorio sulla carta riciclata,

  • Laboratorio di falegnameria per la costruzione di una bat bax o di un bee hotel;

  • Prendersi cura di qualcosa: gli animali ed i fiori della cascina: innaffiature e turni per dar da mangiare agli animali;

  • Usiamo anche alcune trappole fotografiche per riprendere gli animali dell'area per tutta la durata del campo;

  • raccolta delle verdure dal nostro orto e delle uova dal pollaio per la cucina del campo;

  • passeggiate con i cani.

 

A questo link trovate un video realizzato durante una vacanza WWF per ragazzi e ragazze di questa età a Le Bine nel luglio del 2017 con attivtà molto simili a quelle che proponiamo per le classi.