L'idea di fondo di questo progetto è quella di conoscere un termine molto usato e forse abusato quale biodiversità, lavorando su diverse componenti ambientali: aria, acqua, vegetazione e suolo andando proprio alla scoperta della biodiversità, spesso nascosta.

Articolazione e metodo

Il metodo che utilizziamo è quello di iniziare dal lavoro pratico sul campo, andando alla ricerca di animali, piante... e, successivamente, a partire dai dati raccolti, lavorare sugli aspetti teorici (e quindi cosa vuol dire biodiversità, come si misura, che indicazioni può darci...).

Gli obiettivi sono:

  • migliorare la capacità di osservazione dal vero, anche dei piccoli particolari;

  • acquisire un linguaggio e di un metodo scientifico;

  • comprendere il significato di attribuzione di un punteggio e di una classe di qualità (criterio di classificazione).

Sono previste 4 uscite sul campo a Le Bine, dalla durata di 2-3 ore ciascuna. L'attività si svolgerà nei pressi della cascina.

I vari incontri serviranno ad esaminare le diverse componenti e, per ognuna di esse valuteremo la possibilità di applicare indici di diversità e/o di qualità ambientale.

Per ogni incontro ci sarà una fase di introduzione, presentazione e problematizzazione. Poi si partirà con il lavoro di campo.

Il materiale occorrente per i lavori e cioè i setacci, le lenti d'ingrandimento, i microscopi, le guide da campo verrà fornito da noi.

Suolo: si tratta di una componente poco conosciuta ed esplorata che invece generalmente una volta osservato da vicino cattura molto l'attenzione dei ragazzi che rimangono affascinati dall'uso del microscopio e dalla ricerca degli animali. Raccoglieremo suoli diversi e poi grazie a dei setacci con maglia da 2 mm., cercheremo gli animali.

Acqua: “classico” studio della diversità presente nei corsi d'acqua. In realtà il metodo è stato elaborato per classificare e valutare la qualità dei corsi d'acqua; propongo di usarlo in maniera semplificata per conoscere gli animali presenti nel corso d'acqua prescelto e valutare la biodiversità. Cosa si farà: raccoglieremo del substrato (fango, limo..) dal corso d'acqua per poi analizzarlo con lenti d'ingrandimento e 1 microscopio binoculare. Per la determinazione degli animali si utilizzeranno delle specifiche guide da campo.

Aria: lo studio dei licheni, affascinanti organismi simbionti che possono dare buone indicazioni sulla qualità dell'aria. Io farò solo una breve introduzione ai licheni (cosa sono, come osservarli e poco altro) e poi sguinzaglierò i ragazzi alla ricerca dei licheni sugli alberi (o manufatti) della zona.

Piante: daremo ai ragazzi (divisi in gruppo) un campione di foglie dal quale dovranno partire per costruirsi da soli una chiave dicotomica.

In chiusura ci sarà un incontro di conclusione, valutazione dei dati raccolti e in generale del progetto.

Costo: euro 400,00